Autodesk Revit Architecture 2012

Posted by in Blog Revit & BIM

Finalmente è uscito Revit 2012.

Ieri sono state presentate le nuove modalità di commercializzazione dei prodotti, in sostanza i prodotti vengono inseriti in Suite molto corpose in termini di software contenuti mantenendo anche il rapporto tra singolo software e suo costo molto basso.

Parlerò nei prossimi giorni della panoramica su tutti i prodotti usciti dopo aver parlato di Revit Architecture e Autocad.

REVIT 2012

C’è stato tanto parlare sulla nuova versione di Revit, nel bene e nel male, che mi sembra doveroso chiarire tutti i punti e le novità di prodotto (ovviamente quelle più importanti).

Ci sono dei miglioramenti di piattaforma, quindi visibili ed apprezzabili da tutti i prodotti basati su Revit; queste migliorie verranno sempre segnalati come piattaforma.

Iniziamo subito, l’immagine divide in tre ambiti le migliorie di prodotto, BIM workflow, Collaboration&Performance e Enhance Productivity.

BIM Workflow

  • Nuovi strumenti di modellazione di elementi di costruzione, l’utente potrà utilizzare i comandi “Parte” e “Assieme”. Le parti scompongono elementi in sottoinsiemi per poterli cosi gestire meglio graficamente, a livello di fasi e di computazione ecc.; l’esempio più classico è la scomposizione in parti di una parete composta per gestire tutti gli strati. Gli Assiemi invece permettono di raggruppare più elementi tra di loro per facilitarne alcune funzioni quali la selezione, la computazione, l’isolamento, l’etichettatura ed il tracciamento nel progetto. Gli assiemi generano in automatico tutte le viste che possono essere poi impaginate con poco tempo dall’utente.
  • L’analisi concettuale energetica era un concetto già trattato a suo tempo, visto che questa novità è stata introdotta con il SAP2011. Sono state molto migliorate però alcuni passaggi nella creazione delle masse, con possibilità di creare subregioni e e superfici non planari disegnandole direttamente sull’elemento di massa; per l’utilizzo della funzionalità invece rimando al post precedente oppure al post su Vasari.
  • Supporto per l’inserimento di nuvole di punti. Da oggi, cosi come anche in altri prodotti Autodesk, ci sarà la possibilità di inserire nuvole di punti provenienti da rilievi laser-scanner per gestirne la visibilità, sezionarli, visualizzarli in modo diverso ed usarli come snap; la cosa notevole è la velocità di inserimento di migliaia di punti e di file giganteschi in pochi secondi, e poi la gestione simile ai file importati Cad.

Collaboration&Workflow

  • Miglioramenti costanti al sistema di condivisione del lavoro, dei workset, tramite alcune nuove funzionalità grafiche che permetteranno di visualizzare gli oggetti ed i workset degli altri utenti in modalità diverse, se sono stati cancellati o modificati. Questa funzione viene abilitata tramite i modelli di vista. E’ attivo un comando che disabilita i workset, e se scegliete di staccare il centrale questa volta funziona veramente.
  • Le performance del sistema grafico sono molto migliorate e sono stati ottimizzati una serie di comandi che lavoreranno in multithread, per esempio il caricamento di elementi, le rigenerazioni e altro ancora. A questo aggiungo anche il Revit Server per la condivisione di file centrali su server dislocati su posti e reti diverse, tramite questa funzionalità due o più uffici potranno essere sempre collegate allo stesso progetto come se fossero nella stessa stanza, senza perdere tempo.
  • Vault e Bluestreak: su Vault si era già discusso un pò, avevo dedicato una webcast apposita alla gestione documentale per il mondo architettonico, Autodesk ha creato una versione di Vault proprio per il mercato architettonico (Vault AEC) che permetterà di gestire in modo nativo anche il formato Revit, oltre ai classici DWG, Office e tanti altri. Bluestreak è invece un instant messenger di progetto, una funzione molto innovativa che permette di essere collegati con tutti i partecipanti al progetto e gestire tutte le richieste tramite IM. Questa funzionalità si trova su Autodesk Labs e sarà recensita in futuro dal blog.

Enhance Productivity

  • Miglioramenti alla creazione di famiglie, di parametri, alla creazione di elementi adattivi ed al loro inserimento nel progetto.
  • Miglioramenti al sistema di visualizzazione, sono disponibili i bordi su colori realistici, l’occlusione ambientale su linee nascoste ed in colori realistici, le ombre disponibili sempre in modalità colori realistici. Superfici “Ghost” permettono di mettere trasparenza al 30% mantenendo il proprio colore per dare un’effetto trasparente.
  • Migliorie ai materiali, sono stati creati dei “Property set” per gestire al meglio il materiale; una delle richieste più pressanti era la possibilità di crearsi propri materiali e gestire proprie librerie e da questa versione di può fare.
  • Migliorie allo strumento Dipingi, che permette la visualizzazione del materiale ed un comando di rimozione. Sarà poi possibile gestire  anche in fase di computazione se il materiale è applicato agli oggetti oppure alle superfici dipinte.
  • Possibilità di bloccare una vista 3D e farla diventare cosi gestibile in fase di annotazioni, le annotazioni vivono solo in quella vista predefinita e se muovete il punto di vista gli elementi di annotazione spariscono.
  • Supporto al Mouse 3D di 3DConnection, finalmente dopo tanta attesa potrete utilizzare questo splendido strumento per muovervi nel progetto senza fermare la produttività, ci sono diversi modelli e vi assicuro che i primi giorni con il mouse 3D sono impegnativi ma poi pian piano la velocità e la qualità del movimento migliora.
  • Creazione di un WikiHelp, già presente per la versione 2011, sarà disponibile anche per la versione 2012.
  • Miglioramenti alle quote ed alle direttrici, ora molto più gestibili.

Questo è quanto ho appreso io nei giorni in cui ho avuto modo di testare il prodotto. State connessi per ulteriori aggiornamenti. Buon lavoro con il nuovo Revit 2012.